L’animale anziano e il bambino interiore.



Infrangimi il cuore, così si creerà nuovo spazio per un Illimitato Amore

Preghiera Sufi.

Il cane anziano ci fa entrare nella nostra dimensione del bambino interiore.

Ci prende per mano e ci guida all’interno di una parte di noi stessi che ci eravamo dimenticati di avere.

La sua fragilità, l’aumento della dipendenza da noi riguardo ai suoi bisogni primari e la sua vulnerabilità rispetto alle sue ridotte capacità di reagire alle provocazioni provenienti dall’esterno, ci fanno rivivere l’esperienza di quando eravamo anche noi così.

Quando in noi la fragilità, la vulnerabilità e la dipendenza erano condizioni reali.Quando vivevamo esclusivamente nella nostra interiorità. Chi sa come lavoro e quali sono le proposte dell’associazione Impronte con l’anima (www.impronteconlanima.it), riconoscerà immediatamente il cambio di ruolo che l’animale anziano ci chiede di vivere.

Lui non è altro che me stesso bambino.L’anzianità dell’animale rappresenta il momento più delicato del nostro rapporto perché lui inizia ad incamminarsi verso una progressiva perdita di autonomia: lui ci chiama a sé, richiama l’attenzione su di sé in maniera molto diversa da prima.È ovvio che questa nuova attenzione nei suoi confronti ci porta a pensare, e a trovare poi delle soluzioni pratiche, che possano migliorare la sua qualità della vita (scivoli al posto delle scale o nuovi scalini dove non c’erano, imbragature di vario tipo, ecc.).

Dobbiamo però sapere che il richiamare l’attenzione a sé, da parte dell’animale, non rappresenta esclusivamente una richiesta di aiuto sul piano pratico (che ovviamente serve) quanto piuttosto un movimento interiore all’interno della nostra biografia. Il richiamare l’attenzione a sé rappresenta un movimento dell’anima(le), essenziale e quanto mai indispensabile, per poter concludere con amore quello che, per amore, è incominciato molti anni fa: la nostra relazione con lui.

Se riesco a seguire questo movimento, lasciandomi fluire nell’amore che ha caratterizzato la nostra relazione, se riesco a rimanere in questa esperienza interiore con il cuore ricolmo di amore incondizionato, ecco che, come per magia, varcherò la soglia della mia biografia e mi troverò improvvisamente catapultato in una dimensione di vulnerabilità, dipendenza e fragilità.

Mi troverò ad essere piccolo e indifeso come lo è lui ora.Ora io sono lui e lui è me, non c’è differenza; lui sta vivendo quello che io ho vissuto per molto tempo.

La vita più breve che caratterizza l’esistenza degli animali che vivono con noi concentra, riassume e rende essenziale alcuni periodi della nostra esistenza che dal punto di vista temporale hanno necessitato di molto più tempo per manifestarsi.I mesi nei quali l’animale richiama a sé l’attenzione risuonano con un nostro vissuto che è durato anni.Anni vissuti nell’attesa di essere accudito e ascoltato rispetto ai propri bisogni primari.

Quando l’animale invecchia e richiama l’attenzione a sé rappresenta il momento in cui il mio IO adulto inizia a prendersi cura, accudendo e ascoltando, i bisogni del proprio Io bambino; il bambino interiore.

Ecco dunque che ogni volta che con dolcezza lo accarezzo e lo consolo rispetto ai disagi che affronta il mio IO adulto sta accarezzando con dolcezza e sto consolando il mio bambino interiore rispetto ai disagi che aveva affrontato.

La sua trasformazione, soprattutto nel momento della sua vecchiaia che lo avvicina inevitabilmente alla fine della vita, è un impulso reale e concreto per la mia trasformazione.

Lui muore e io rinasco. Con amore, dolcezza e consolazione inizio a prendermi cure del mio bambino interiore. Tutto questo nell’amore incondizionato che gli animali ci donano.

Penso sia davvero una bella cosa e per questo la propongo anche nei miei seminari.

Dott. Stefano Cattinelli

Medico veterinario Omeopata

www.stefanocattinelli.it

www.impronteconlanima.it

www.armonieanimali.com

L'associazione Culturale Impronte con L'Anima (www.impronteconlanima.it) organizza seminari esperienziali di approfondimento:

Animali specchio dell’Anima

Questi seminari sono inseriti all'interno di un percorso più ampio che prende il nome di DINAMICA EMOZIONALE UOMO-ANIMALE-UOMO, di cui fa parte sia ANIMA-LI SPECCHIO DELL'ANIMA che è il percorso base per una crescita interiore a partire dalla relazione con il proprio Anima-le che L’ACCOMPAGNAMENTO EMPATICO ALLA FINE DELLA VITA DEL NOSTRO ANIMALE che tratta della parte più profonda e difficile della nostra relazione con loro: la loro morte.

Tutti i seminari sono da me condotti.

#Cliccaperarticolielibrisullaccompagnamento

0 visualizzazioni